Chiesto il fallimento della Juvecaserta di Iavazzi a Santa Maria CV

di Redazione Pianetabasket.com
articolo letto 801 volte
Foto

La fine ingloriosa della Juvecaserta di Raffaele Iavazzi sarebbe molto vicina. In un articolo pubblicato oggi da Il Mattino di Napoli a firma Biagio Salvati, infatti, si dà conto come la Procura di Santa Maria Capua Vetere abbia imputato alla società sportiva il reato di falso in bilancio. La verifica della contabilità avrebbe dimostrato uno stato di insolvenza tale da far richiedere il fallimento di due società di Iavazzi: Basket Juve Caserta Srl e Casertà Città del Basket Srl con udienza fissata il prossimo 27 febbraio. Entrambe le società sono già in procedura volontaria di liquidazione.

In quella sede potrebbe arrivare, se non ci saranno iniziative legali precedenti come una possibile richiesta di concordato preventivo, la tanto temuta dichiarazione di fallimento. La massa debitoria sarebbe veramente consistente: dipendenti, giocatori, ma soprattutto il fisco sarebbero i creditori insoddisfatti. Non è dato sapere, dall'articolo di Salvati, a quanto ammonti il passivo totale delle due società, ma pare potrebbe essere confermata la voce di un milione di euro, il che spiegherebbe la rinuncia all'ingresso nell'azionariato, di tutti i soggetti economici che si siano avvicinati alla Juvecaserta.

Caserta Città del Basket Srl, poi, detiene la gestione del Palamaggiò. Sul palazzetto sta per arrivare la convocazione dell'asta a ribasso numero 17 dal fallimento della società che ne era proprietaria, la Vittippi, che faceva capo alla famiglia Maggiò fino al 2004. L'importo dell'asta, che inizialmente era di 20 milioni di euro, oggi sarebbe sceso a 5. e non si trovano acquirenti per la struttura di Castelmorrone.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy